Aumentare le energie alimentando i punti energetici

Spesso non ci rendiamo conto che il nostro corpo non è stanco per le attività svolte ma, perchè non vengono assunte le giuste vitamine. Apportare all’organismo il giusto livello vitaminico, scegliere di integrare la propria alimentazione con le vitamine utili ai diversi processi vitali di questa macchina fantastica che è il corpo umano, può riuscire a non far apparire in noi il fastidioso senso di stanchezza.

Le vitamine vanno ad agevolare le funzioni che hanno le cosi dette 5 zone energetiche del corpo umano, e questo è un argomento che ai più è sconosciuto. Ecco perché di seguito descriviamo quali sono queste cinque zone energetiche da alimentare con le vitamine.

Quali sono i 5 punti energetici?

I 5 punti energetici del corpo umano sono:

  • Polmoni
  • Intestino
  • Cervello
  • Fegato
  • Tiroide

Il polmone è un punto energetico, serve a ossigenarele cellule e dunque danno linfa al metabolismo del nostro organismo e se quest’ultimo non funziona in modo corretto,il primo sintomo che viene avvertito è la stanchezza. Una vitamina utile per apportare energia a tale zona è la vitamina E. Essa può essere assunta con combinandola con una mezza tazza di semi di girasole, tre quarti di tazza di albicocche e mezza tazza di noccioline.

Il cervello è un punto energetico importantissimo, esso aiuta le principali funzioni del nostro corpo, come il cuore, il riuscire a rilassarsi ed a respirare correttamente. Una vitamina consigliata per aumentare questo punto energetico è la D, la possiamo assumere mangiando dei gustosi funghi.

Un’altro punto energetico è l’intestino, ci reca danno se è pigro e quindi è opportuno assumere vitamina B, essa è presente nel lievito, per rendere il suo sapore più gradevole si consiglia di accompagnarlo con verdure a vostra scelta.

Anche il fegato fa parte dei cinque punti di energia la cui funzione è quella di depurare il nostro organismo, se esso non funziona in modo corretto, può recare danni anche ad altre funzioni del nostro corpo. E’ consigliato di assumere vitamina K, prelevandola dal cavolo e da tutte le verdure a foglia verde.

L’ultimo punto energetico è la tiroide, la quale prende energia da una vitamina estratta dallo iodio e possiamo assumerla attraverso alghe marine, non bisogna accedere molto nella sua assunzione basta anche una piccola quantità, ma l’importante è che la si prenda tutti i giorni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *